Gli alberi

Categoria: 
Flora-Alberi

A forza di vederli non ci facciamo più caso, anche perché sono estremamente silenziosi e tranquilli. Eppure gli alberi, soprattutto i grandi alberi, sono un elemento fondamentale del paesaggio, della storia e della vita del nostro territorio.


Indispensabili per la produzione di frutti e di legname ma anche di ossigeno, per il consolidamento del suolo, per regolaree l’umidità atmosferica, per rallentare l’azione del vento, i grandi alberi sono spesso legati alla storia quotidiana dell’uomo, sono punti di riferimento di luoghi, segnano confini.


Il patrimonio arboreo provinciale risulta di entità apprezzabile ma di qualità assai modesta. Alle trasformazioni ambientali antiche, che hanno determinato l’estinzione dell’ecosistema forestale originario sono seguite quelle con una contrazione delle superfici boscate costante ed irreversibile fino alla soglia del ventennio scorso. Hanno preceduto la drammatica fase di eliminazione della vegetazione arborea in ambiente agrario , protrattasi per l’intera seconda metà del Novecento, il fenomeno dell’introduzione di specie arboree alloctone da altri continenti, nonché la coltivazione in pianura di specie originarie di ambienti diversi dalla stessa penisola italica.


Le cosidette mode ornamentali, incoraggiate ad arte per diffondere immagine, coniugare con la mai sopita propensione ad arredare il giardino con le specie insolite o comunque sempreverdi o esotiche, hanno determinato da un lato la diffusione di alberi sconosciuti e inadatti al clima temperato litoraneo del territorio; dall’altro hanno determinato un processo di uniformazione del verde urbano su standard di banale esotismo e di totale estraneità ai paesaggi arborei tradizionali ed autoctoni.